webmanager

Bollate inarrestabile, doppietta sul Nuoro

Italian Softball League Nessun commento

La formazione di Luigi Soldi riesce a mettere in fila due vittorie tanto diverse, quanto importanti per la classifica e per rimanere imbattuta nel girone A. In gara 1 è “quasi no-hit“ per Greta Cecchetti, nella seconda partita, invece, il box domina.

Strike out, rimbalzante in diamante, strike out: inizia così la partita di Greta Cecchetti in pedana di lancio, nella prima delle due sfide tra Sanotint Bollate e Banco di Sardegna Nuoro, recupero della terza giornata, rimandata il 13 aprile per maltempo. Al cambio campo Bollate si porta in vantaggio: doppio di Saskia Kosterink, singolo di Valeria Bortolomai, che avanza in seconda su errore difensivo, mentre Kosterink arriva fino a casa base; volata di sacrificio di Alice Parisi e il 2-0 è servito. Poi risale in cattedra Greta Cecchetti, che rimane in no-hit fino al sesto inning, quando Giulia Mele batte un singolo al centro che serve solo a rovinare la doppia festa di Bollate, perché quella singola, quella della vittoria, arriva comunque, con lo stesso punteggio acquisito alla prima ripresa.

IL TABELLINO DI GARA 1

guantoni-banner

Anche nella seconda partita è decisiva la prima ripresa, nella quale il Bollate segna 5 punti, per effetto di sole 2 valide e si mette la strada in discesa. Dopo che Serena Boniardi (partente lombardo) tiene a zero l’attacco sardo, Roberta Di Gangi non fa altrettanto e concede addirittura 3 basi ball ai primi tre battitori. Il resto lo fanno le valide di Kristen Wadwell e Francesca Betti (doppio), una volata di Valentina Marazzi e un errore difensivo. Tre delle quattro valide totali del Banco di Sardegna arrivano al terzo attacco, ma servono solo a segnare il punto dell’1-5. Un po’ poco per impensierire il Sanotint che, al quarto infila un altro big-inning da 5 valide e quattro punti e chiude il conto sul 9-1 finale. Uno sforzo in meno per pensare già alle partite della quinta giornata, in programma sabato pomeriggio.

IL TABELLINO DI GARA 2

Articoli che ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *